Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Le funzioni strumentali al POF sono rappresentate da docenti di riferimento per aree specifiche di intervento considerate strategiche per la vita dell’istituto; i docenti incaricati sono funzionali al POF, sono cioè risorse per la realizzazione delle finalità istituzionali della scuola in regime di autonomia, e, per la propria area di intervento, svolgono attività di coordinamento, gestione e sviluppo. La normativa di riferimento è rappresentata dal CCNL 2002-05.

Art.30 CCNL 2002-05

(legittimazione delle funzioni strumentali)

FUNZIONI STRUMENTALI AL PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA

Per la realizzazione delle finalità istituzionali della scuola in regime di autonomia, la risorsa fondamentale è costituita dal patrimonio professionale dei docenti, da valorizzare per la realizzazione e la gestione del piano dell'offerta formativa dell'istituto e per la realizzazione di progetti formativi d'intesa con enti ed istituzioni esterni alla scuola…

segue art. 30

…Le funzioni strumentali sono Identificate con delibera del collegio dei Docenti in coerenza con il piano dell'offerta formativa che, contestualmente ne definisce criteri di attribuzione numero e destinatari. Le stesse non possono comportare esoneri totali dall'insegnamento e i relativi compensi sono definiti dalla contrattazione d'istituto.


Il Collegio dei Docenti della Scuola secondaria di primo grado Galileo Galilei di Cecina, a norma dell'art. 30 "Funzioni strumentali al piano dell'offerta formativa", del CCNL 2002-05, ha individuato per l’anno scolastico 2014/2015 cinque aree di lavoro per FUNZIONI STRUMENTALI al POF.


 

OBIETTIVO PRIMARIO DELLE PROPRIE AZIONI

Il successo scolastico degli allievi a cui concorrono l’ insieme delle azioni, che, “ a partire dall’ orientamento in ingresso, lo accompagnano fino al conseguimento del diploma.”

COMPETENZE

  • Collaborazione con il Dirigente Scolastico nella gestione della complessità

 

AREA N.1: Gerardo Michele Pascucci; Lucia Cruschelli; Corradina Signorini; Rita Iacoviello

COMPITI

  • POF e Regolamento Interno

  • PIA

  • Patto Educativo

  • Teatro Manifestazioni ed eventi

  • Autovalutazione di Istituto

  • Valutazione Progetti

RISORSE

25% ciascuno

 

AREA N.2: Daniela Frontera, Davide Vendramini

COMPITI

  • Collegamenti Interistituzionali

  • Autovalutazione di Istituto

  • Orientamento Scuole Superiori

RISORSE

50% (Frontera), 50% (Vendramini)

 

AREA N.3: Lucia Adinolfi; Annalisa Amantea; Caterina Sandri; Alessandra Carugi

COMPITI

  • Realizzazione progetti relativi a "Salute" e "Disagio"

  • Coordinamento Attività di Sostegno

  • Autovalutazione di Istituto

RISORSE

25% ciascuno

 

AREA N.4: Anna Arzilli, Federica Sammuri, Lorella Di Antonio

COMPITI

  • Continuità Scuola Primaria

  • Coordinamento della didattica

  • Integrazione Alunni Stranieri

  • Attività di Recupero e Potenziamento

  • Autovalutazione di Istituto

  • Valutazione Progetti

RISORSE

50% (Arzilli), 25% (Sammuri), 25% (Di Antonio)

 

AREA N.5: Massimo Ferrini; Alessandro Burroni

COMPITI

  • Integrazione Nuove tecnologie nell'attività didattica

  • Gestione del Piano Formazione e Aggiornamento Docenti

e Ata per l'Informatica

  • Assistenza Laboratori Informatica

  • Autovalutazione di Istituto

RISORSE

50% (Ferrini), 50% (Burroni)

 


L'assegnazione delle funzioni strumentali alle rispettive aree e la designazione degli incarichi è stata approvata dal Collegio dei Docenti in seguito a richieste individuali e volontarie del personale docente.